Anno catechistico 2016-2017

Parrocchia Sant’Antonino in Colturano – Parrocchia San Giacomo in Balbiano di Colturano

Lettera alle famiglie della catechesi

“Bisogna salvare il seme..”

Carissimi famiglie,

all’inizio del nuovo anno catechistico che partirà domenica 25 settembre, voglio riprendere con voi alcune riflessioni.. per partire col piede giusto..

L’estate che ci stiamo lasciando alle spalle porta con se il ricordo di fatti pesanti che hanno turbato la desiderata quiete delle vacanze e che lasciano in noi ferite ancora aperte. Anche se questi fatti sono entrati nella nostra casa dalla tv o dai social e in un certo qual modo ci sembrano, per fortuna, lontani, sono fatti che ci riguardano, che ci toccano, che in un modo o nell’altro ci raggiungo, che non possono trovarci distratti in questo complesso villaggio che è il mondo nel quale viviamo! Come non ricordare: l’attentato terroristico di Dacca (Bangladesh), la strage di Nizza sulla Promenade des Anglais, la sparatoria a Monaco di Baviera, il barbaro assassinio di padre Jacques Hamel l’anziano sacerdote dell’arcidiocesi di Rouen in Normandia, i disordini politici e umanitari legati al fallito golpe militare in Turchi, i continui sbarchi di migranti e le consuete tensioni, i complessi rapporti tra cultura occidentale e islam, la difficoltosa integrazione, il terremoto nel centro Italia negli ultimi giorni di agosto con il suo strascico di morti, feriti, distruzione..

Sembra non esserci pace! sembra che non ci sarà mai pace!! e la debole fiamma della speranza sia destinata a spegnersi lasciando precipitare nel buio il nostro futuro e soprattutto quello dei nostri figli!!! Ma a che mondo consegniamo i nostri figli, la loro crescita, i loro progetti, desideri, aspettative..

Don Camillo spalancò le braccia rivolto al crocifisso: “Signore, cos’è questo vento di pazzia? Non è forse che il cerchio sta per chiudersi e il mondo corre verso la sua rapida autodistruzione?”. “Don Camillo, perché tanto pessimismo? Al­lora il mio sacrificio sarebbe stato inutile? La mia missione fra gli uomini sarebbe dunque fallita perché la malvagità degli uomini è più forte della bontà di Dio?”.

“No, Signore. Io intendevo soltanto dire che oggi la gente crede soltanto in ciò che vede e tocca. Ma esistono cose essenziali che non si vedono e non si toccano: amore, bontà, pietà, onestà, pudore, speranza. E fede. Cose senza le quali non si può vivere. Questa è l’autodistruzione di cui par­lavo. L’uomo, mi pare, stia distruggendo tutto il suo patrimonio spirituale. L’unica vera ricchezza che in migliaia di secoli aveva accumulato. Un giorno non lontano si troverà come il bruto delle caverne. Le caverne saranno alti grattacieli pieni di macchine meravigliose, ma lo spirito dell’uomo sarà quello del bruto delle caverne […] Signore, se è questo ciò che accadrà, cosa possiamo fare noi?”.

Il Cristo sorrise: “Ciò che fa il contadino quando il fiume travolge gli argini e invade i campi: bisogna salvare il seme. Quando il fiume sarà rientrato nel suo alveo, la terra riemergerà e il sole l’asciugherà. Se il contadino avrà salvato il seme, potrà gettarlo sulla terra resa ancor più fertile dal limo del fiume, e il seme fruttificherà, e le spighe turgide e dorate daranno agli uomini pane, vita e speranza. Bisogna salvare il seme: la fede! Don Camillo, bisogna aiutare chi possiede ancora la fede e mantenerla intatta”.

Cari amici iniziamo questo nuovo anno catechistico con la Santa Messa domenicale celebrata con la famiglia (non solo per i ragazzi perché devono “fare la Comunione, la Cresima” ma con tutta la famiglia!), gli incontri di catechesi per i ragazzi, le attività di gioco e riflessione, lo spettacolo di Natale, le biciclettate, la merenda insieme, gli incontri per i genitori.. continuiamo il nostro cammino di Comunità Cristiana.. non solo per fare qualcosa “un vuoto e narciso agitarci” ma per un “salvare”, per salvare il seme, per custodire e far crescere la nostra fede (quella mia e quella dei miei figli, della mia famiglia, dei miei amici..) perché solo così possiamo stare nel presente e davanti al futuro con la chiave giusta! ed aprirlo ad una seminagione capace di portare frutti buoni..

don Andrea e il gruppo delle catechiste

 linearancione

Anche quest’anno al termine del catechismo vivremo il momento della merenda e qualche gioco insieme.. mentre ancora ringrazio per le premure manifestate dalle mamme lo scorso anno, chiedo la disponibilità di qualche mamma per l’organizzazione della merenda.. rivolgetevi a me personalmente o alle catechiste!! grazie!!!

 Domenica 25 Settembre

apertura dell’Anno Catechistico dei i gruppi Noè ed Ester,

coi i bambini di 1^ e 2^ elementare che inizieranno per la prima volta

  • ore 9,45 a Balbiano – ore 11,15 a Colturano Santa Messa per i ragazzi e le famiglie con Mandato ai catechisti.
  • nel pomeriggio ore 15 a Balbiano in Chiesa momento di preghiera a seguire in Oratorio animazione per ragazzi e famiglie: La storia di Pezzettino!! Saranno con noi gli amici Scout che già abbiamo conosciuto al Grest..

a conclusione merenda per tutti!! chiediamo la disponibilità alle mamme di preparare le torte.. gnam.. gnam.. grazie per la deliziosa disponibilità..

Qui a lato potete scaricare il testo in PDF della lettera ai genitori lettera-ai-genitori-inizio-catechesi-2016

catechismo2016_2017_balbiano_colturano

Giugno in clic, clic, clic

flickr_al_25giugno16

Giugno è ricco di occasioni da fermare in un clic. Quasi tutte le foto sono di Paolo. Le ultime di questa mattina quando i pellegrini hanno raggiunto il Santuario di Caravaggio dopo aver camminato tutta la notte. La prossima settimana l’appuntamento è per venerdi 1 luglio alla serata conclusiva del Grest con lo spettacolo dei ragazzi. E poi la festa di san Giacomo e poi, e poi… e poi passate a trovarci sulla pagina facebook e, se non lo avete ancora messo, un like a noi farebbe piacere.

https://www.facebook.com/quartacampana/