Restauro statua della Madonna di Lourdes, 11 febbraio 2018

Due piccoli contributi per ricordare questo giorno. La statua della Madonna di Lourdes è stata restaurata e riposizionata questa mattina nella sua nicchia della grotta (foto di Leonardo Fazio)
Restuaro statua della Madonna di Lourdes, 11 febbraio 2018

La signorina Antonietta Grazzani ci ha riportato indietro nel tempo…a quel 1941 quando la grotta è stata costruita…

Aprile 2015 in clic

lens-637558_640

Ecco il mese di aprile fissato in immagini:

29 marzo – Domenica delle Palme a Colturano

29 marzo – Battesimo di Benedetta Vitali a Balbiano 

2 Aprile – Santa Messa in Coena Domini a Balbiano

3 aprile – Via Crucis del Venerdi Santo a Colturano

12 Aprile – Colturano, prima confessione

19 aprile – Balbiano, Classe 1940, presente!

25 Aprile – Biciclettata

26 Aprile – Giornata ricca di ricorrenze (Liberazione, pranzo gruppo Marta a Balbiano e grigliata a Colturano), Battesimo a Balbiano di Michelle Natalie Giordano.

Le foto sono di Paolo, Leonardo e Daniela.

gruppo_marta

 

 

26 aprile 2015

Oggi, commemorando il 70° anniversario della Liberazione, abbiamo ricordato nelle due Messe i caduti della seconda guerra mondiale e i caduti di tutte le guerre. Alle 12.30 Il Sindaco ha deposto una corona di alloro presso la lapide dei caduti della Grande Guerra e intonato al termine del discorso, con voce ferma e intonatissima, Bella ciao,  il canto simbolo della Resistenza.

P1050836_w

Proprio questa mattina, ho saputo che Tatiana (lei mi chiama “zia Daniela” anche se non sono zia di sangue ma solo una zia putativa, che va orgogliosa di questo), ha meritato un 10 nel tema in classe (Tatiana Rizzi frequenta la terza media a Mulazzano). A me sembra un buon modo per completare questo post perché ci dà la misura di quanto sia importante parlare e ricordare alle nuove generazioni cosa è stata e cosa sia, ancora oggi, la guerra. A me sembra che Tatiana ne abbia colto in pieno il senso. Una sua frase del tema recita: “L’esperienza della guerra è terribile! Nel campo di battaglia il tuo unico pensiero è quello di uccidere e sopravvivere, uccidere e sopravvivere, uccidere e sopravvivere. Ti fai assalire da una paura e da una rabbia che non si è mai provata prima. Ho visto compagni che sono morti davanti a me e che chiedevano aiuto ed io ero incapace di aiutarli perché dovevo uccidere e sopravvivere”.  Leggete tutto il tema, è molto bello. (leggi il tema)

E ancora, rubo poche righe per rimandare ad un post che ho scritto nel 2009. Come contraltare al tema di Tatiana ci sono le lettere di chi in guerra c’è davvero e assapora “la forza sconosciuta” che li spinge a combattere. Forse è solo adrenalina…forse…ieri come oggi, e ne ho paura.